Scarpe pantofole lisce o mocassino? Scopri con il nostro test il modello che fa per te!

scarpe pantofole

Scarpe pantofole o mocassini classici: scopri le differenze. Cercare un paio di scarpe online spesso presuppone una conoscenza specifica delle parole giuste per trovare effettivamente cosa si desidera. Circolano infatti due nomi molto diversi per descrivere un genere sempre più apprezzato di “scarpe eleganti uomo senza lacci”. Sono, appunto, pantofola e mocassino.

Conosci la differenza tra “scarpe pantofole” e “mocassino”? Dal termine generico alla variante per un dettaglio di stile

Agli occhi dei non esperti la differenza tra le due tipologie è alquanto trascurabile, ma per i calzaturifici nelle Marche, grandi conoscitori in materia, specie nel distretto di Montegranaro, i mocassini classici emergono dal grande gruppo delle scarpe pantofole a causa di una semplice, ma molto evidente, cucitura. Sì, perché a complicare le cose non ci sono solo le parole, ma anche stili e lavorazioni che si tramandano nei secoli.

scarpe pantofole

Per essere precisi infatti le scarpe pantofole maschili includono la variante “mocassino uomo”. I mocassini classici di fatto sono scarpe a pantofola che hanno in più una particolare cucitura sulla parte alta della tomaia. Questa cucitura si chiama, appunto, “cucitura mocassino” e ha la proprietà estetica di aggiungere un tocco casual alla pantofola.

Quindi, riassumendo, le scarpe pantofole lisce sono più eleganti, più dandy style, mentre le scarpe pantofole a cui si aggiunge la cucitura mocassino vengono percepite come più informali. E a conferma della regola c’è l’immancabile eccezione: lo slip on, una pantofola liscia dal fondo in gomma… decisamente casual!  Lo stile percepito è infatti diametralmente opposto a quello delle sue sorelle altrettanto lisce, ma dalla suola in cuoio; esempio perfetto tra le scarpe da cerimonia la pantofola liscia vestita in vernice.

Qui sotto un pratico schema per non perdersi:

scarpe pantofole lisce e pantofole mocassino

Dal termine generico alla variante. La pantofola, termine complessivo per indicare la scarpa senza lacci che si calza infilando, può essere a tomaia liscia o con vaschetta in punta, creata dalla cosiddetta cucitura mocassino.

La moda maschile: dall’heritage dello stile razionale settecentesco borghese…

Sono tanti gli indizi che possono aiutare a scegliere le scarpe da uomo eleganti dei tuoi sogni, ma per farlo al meglio, oltre alla conoscenza tecnica su cuciture e forme, occorre avere un minimo di cultura del vasto e complesso mondo della moda maschile.

Partendo da abbastanza lontano, ma non così tanto, poco più di un paio di secoli, bisogna infatti ricordare che siamo tutti figli dello stile di un certo Lord Brummel.

Dopo pizzi, trine e colori pastello con cui fino al tardo Settecento amavano impennacchiarsi gli uomini di potere, ecco che per primo Beau Brummel impose la severità rigorosa del blu e del nero. C’era un’idea di calvinismo pre-borghese in questa scelta. Una scelta che infine deflagrò come una rivoluzione e, appunto, dopo le ghigliottine che sappiamo, s’impose quale stile del nuovo potere. Il potere di un uomo raffinato sì, ma più di ogni altra cosa pragmatico, deciso e virilmente razionale.

scarpe pantofole

A sinistra una scena del celebre film hollywoodiano “Lord Brummel”, con Liz Taylor e Stewart Granger. È evidente l’impatto del rigoroso “stile borghese” a confronto con le frivolezze dell’Ancien Régime.
A destra, nel tondo, il vero Beau Brummel.

…all’odierna eleganza indefinita, soggettiva, impulsiva

Ancora oggi viviamo nel secolo lungo di Lord Brummel, anche se le passerelle di Alessandro Michele, stilista di Gucci, sembrano ammiccare ad un uomo nuovo, sempre meno convinto del suo genere, sempre più mixato a codici d’eleganza decisamente femminili.

Le pantofole lisce e le pantofole mocassino incarnano perfettamente questi differenti canoni di eleganza ereditati dal passato e in vita nel presente. Cerchi scarpe uomo eleganti, comode e da indossare tutti i giorni? La cucitura sulla tomaia fa per te. Ami lo stile dandy? Allora punta sulla pantofola liscia. Se il mocassino uomo infatti, con la sua allure informale, un po’ “da battaglia”, conserva l’idea virile e pragmatica del potere, ecco che le scarpe a pantofola liscia sfumano verso uno stile sottilmente femminile. Chi non ricorda le celeberrime di Briatore, sfoggiate frivole ed in mille varianti diverse ad ogni serata al Billionaire?

La pantofola Milo, appartenente alla capsule collection “Washed”, è un mocassino con nappine in culatta di cavallo. La finitura lavata dona al prodotto un effetto vissuto, al contempo informale ed esclusivo.

Sei incerto su quale modello di scarpe scegliere? Sarai più un tipo da pantofola liscia o da mocassini classici? Ecco un breve test per scoprirlo.

5 domande che ti aiuteranno a definire quali tipi di scarpe uomo si addicono al tuo stile.

1. Ricordi American Gigolò con Richard Gere? Scegli la scena in cui ti identifichi di più:

A. quando fa gli addominali appeso a testa in giù
B. quando dissemina sul letto cravatte-giacche-camicie (tutte rigorosamente Armani) per abbinarle.
C. quando sfreccia sulla sua Mercedes Benz 450 SL decapottabile.

Richard Gere in American Gigolò: in quale scena ti piace di più immaginarti?

2. Nello sport ti piace:

A. specchiarti quando gonfi il muscolo
B. fare il passaggio perfetto perché il tuo compagno segni goal
C. la birra ghiacciata davanti alla tv

3. Ti senti veramente “a posto” quando:

A. indossi una polo di marca color pastello.
B. sfoggi una camicia cucita a mano da sarti padovani con le tue iniziali ricamate
C. hai la stessa T-shirt per due giorni di fila… e allora?

4. Con quale grande cantante italiana hai sempre sognato di avere una storia?

A. Patty Pravo
B. Mina
C. Anna Oxa

5. Un businessman di razza si distingue per:

A. come muove le mani mentre parla
B. come annoda la cravatta
C. come impugna lo smartphone

Calcola il tuo punteggio:
1: A=0, B=2, C=1 – 2: A=2, B=1, C=0 – 3: A=1, B=2, C=0 – 4: A=2, B=1, C=0 – 5: A=1, B=2, C=0

Da 0 a 3: “Alternativo”

Anche se li hanno inventati gli indiani d’America, gente sicuramente dura e decisa, per te i mocassini classici sono un frivolo orpello. Figuriamoci allora le più raffinate scarpe pantofole! Meglio un anfibio, un paio di sneakers alte e, se l’abito è d’obbligo, allora le scarpe stringate saranno la salvezza, con quel tocco british da college che fa tanto eterno “bravo ragazzo”.

Da 4 a 7: “Mocassino-Man”

I mocassini classici sono la pietra miliare del tuo stile. Se tuttavia come abbinare mocassini non ha più segreti per te prova ad uscire dalle tue consuete formule che li vedono protagonisti di un casual che osa poco, tra polo e chinos. Il mocassino elegante uomo ad esempio può combinarsi in chiave athleisure con i pantaloni della tuta vintage, dotati di bande bianche laterali, o con giacche destrutturate in cotone soft.

scarpe pantofole

La pantofola mocassino Newport di Franceschetti con fascia in vitello nero è informale quanto basta per abbinarsi ai jeans

Da 8 a 10: “Pantofolaio-Chic”

Non porti certo un garofano verde all’occhiello, come Oscar Wilde, ma lo stile dandy ha per te un certo fascino. Ne comprendi le regole ed apprezzi il vero made in Italy, quello dei grandi distretti artigianali. Così le scarpe pantofole lisce completano il tuo stile. Per te sono le scarpe da uomo eleganti per eccellenza. Forse per la loro grazia disincantata o per la loro forma affusolata che rende leggero ogni passo. Nessun cedimento alle mode passeggere, però. La scarpa a pantofola s’indossa con le calze… non sei mica un blogger!

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *