Scarpe uomo francesine: vivile a Torino

Scarpe uomo francesine

Le scarpe uomo francesine hanno quell’innata eleganza che ci fa pensare immediatamente alle nostre città più belle, quelle da vivere a perdifiato con il passo giusto

Ai piedi, un paio di scarpe uomo francesine. La mente corre subito a una passeggiata in centro, oppure a un meeting di lavoro o ancora a una serata nei locali migliori. Ci sono luoghi in cui vivere è uno spettacolo. Potremmo facilmente pensare a una paradisiaca isoletta caraibica o a una grande metropoli statunitense. Ma in realtà quella che abbiamo sotto i piedi è una città letteralmente magica: è Torino.

Sei mai stato a Torino? Ecco cosa succede nella città dei Re

Nelle mattine d’inverno, un sottile sipario di nebbia scoperchia la città al nuovo giorno. È il momento in cui dai portoni si riversa in strada l’esercito dei torinesi: c’è chi va al lavoro, chi accompagna i figli a scuola, chi scende dal treno e chi si ferma per una fragrante colazione nei caffè del centro, quelli luccicanti di storia e gourmet.

Dalla primavera in poi, i colori rosa  dei palazzi di merletto si riflettono nelle strade fino al corso del Po’. L’aria è più leggera, galleggia a mezz’aria il richiamo fresco del Valentino.

Chi è capitato a Torino per lavoro o per studio, ha fatto presto ad innamorarsene. La sua struttura ordinata ed elegante la rende particolarmente vivibile, la sua forte vocazione culturale la pone ai vertici della mondanità e della proposta culturale in Italia.

Torino ha una storia di industrializzazione che influenza ancora il carattere della città e dei suoi abitanti. Ci sono imprese nate nel XIX secolo che fanno ancora la fortuna del tessuto urbano. Una storia davvero affascinante da scoprire.

Vivere e lavorare a Torino: stare al passo con la città dell’eleganza

Essere un professionista a Torino significa scoprire il lato vivo della città a qualsiasi ora del giorno e della notte, con la possibilità di percorrerla soprattutto a piedi. Si respira prima di tutto l’aria frizzante di una città che dal 2006 è entrata di slancio in una nuova era, battezzata dalle Olimpiadi Invernali. Torino vive ancora dei benefici che ha saputo ricavarsi dall’organizzazione di quell’evento. Un’operazione economica e sociale perfetta, che ha reso a questa città una nuova ricchezza.

Per girare a Torino occorre stare nelle scarpe giuste. Una questione metaforica? Non solo.

Ci siamo messi sui passi dei professionisti che ogni giorno percorrono le strade del capoluogo sabaudo per rintracciare lo stile più ricercato, amato, copiato da vivere in città.

Torino dalla testa ai … piedi

Le sneakers sono sempre alla ribalta, ma la tendenza più forte sono sicuramente le scarpe francesine. A Torino se ne vedono a migliaia. Un mood non solo maschile, ma anche femminile. Dai palazzi delle grandi aziende storiche agli uffici pubblici, alle banchine di Porta Susa, agli aperitivi in Piazza Castello, le francesine sono una costante. La girandola di colori e di stili in cui vengono reinterpretate sono un vero spettacolo. Sembra che le scarpe uomo francesina siano un vero e proprio passe-partout per vivere Torino e dominarla.

Ci sono 5 luoghi in cui osservare lo stile delle scarpe uomo francesine. Ecco, dunque, un viaggio alla scoperta della vita della città dalla testa…ai piedi!

I 5 luoghi delle scarpe uomo francesine a Torino

  1. Il Museo Egizio: la sua storia parla chiaro. Dal 1824 è uno dei maggiori centri di studi di Egittologia di tutta l’area del Mediterraneo. Girare per le sale del Museo significa concedersi un viaggio nel tempo e nei suoi misteri. E per camminare nel tempo, sulle tracce di antiche civiltà e solerti studiosi, ci vogliono scarpe solide e soffici.
  2. Parco del Valentino: sentieri incantati, un borgo medievale ricostruito, l’affacciata sul Po’, ce n’è abbastanza per sentirsi attirati in una favola! Qui ci si rilassa passeggiando, leggendo o sorseggiando una bibita. Le francesine sono padrone della scena con la sinuosità delle loro forme, in completa armonia con il paesaggio.
  3. Piazza San Carlo: il cuore pulsante del centro storico è isola pedonale e percorrerla a piedi, alla fine di una giornata di lavoro, è concedersi un vero regalo. È il momento dell’aperitivo, degli incontri e – se sei un tifoso – di parlare della Juve, del Torino e degli ultimi colpi di mercato. In quest’angolo di città, la scarpa uomo francesina si distingue sempre sotto i portici e nei caffè storici, soprattutto nella sua versione più casual.
  4. Circolo dei Lettori: poco distante da Palazzo Carignano, sorge Palazzo Graneri Della Roccia, storico Circolo degli Artisti di Torino. Tra scrittura creativa e nuove tecnologie, vi si incontrano appassionati che indossano le francesine con la disinvoltura degli scrittori, soprattutto nei modelli più vissuti e dall’allure vintage.
  5. Tour della Torino esoterica: per scoprire il lato oscuro di Torino, è d’obbligo partire da Piazza Statuto con la sua statua luciferina. Si prosegue poi  verso via Bonelli e la fontana di Piazza Solferino. Nella stretta e ombrosa via Bonelli avrebbe abitato il boia della corte sabauda, mentre la Fontana Angelica di Piazza Solferino conterrebbe simboli massonici, a partire dalle sue due statue. Si arriva, infine, a Piazza Castello, in cui gli influssi malevoli si mitigano e ci si libera dal fluido negativo di Piazza Statuto. Le scarpe che si vedono di più? Francesine classiche, nere e misteriose!

 

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *