Archivi per fw15-16

Stivaletti beatles: le proposte Franceschetti per l’AI 15-16

Stivaletti beatles: pratici e camaleontici

Gli stivaletti beatles, di gran moda per la FW15-16, sono diventati famosi per via dei Fab Four, ma non furono ideati di certo per loro. Sembra, infatti, che le origini di questi stivaletti siano legate all’epoca vittoriana. Erano usati per andare a cavallo e il loro nome originale era Chelsea Boots: aderenti alla caviglia grazie alla presenza di fasce elastiche lungo i lati, erano perfetti per i canoni estetici dell’epoca, comodi ed eleganti. Negli anni ’60 i Beatles fecero di questo modello un tratto caratterizzante dei loro outfit. Commissionarono alla ditta Anello & Davide quattro stivaletti di questo tipo con il tacco un po’ più alto di quello allora in voga.
Stivaletti beatles: una soluzione per tutte le occasioni

Showroom Franceschetti Milano: scarpe a portata di buyer

Showroom Franceschetti

Forte di una clientela straniera e con l’obiettivo sempre crescente dell’internazionalizzazione, Franceschetti ha effettuato l’apertura del suo showroom di Milano, allo scopo di facilitare contatti e rapporti con i buyers del fashion district. Dopo Pitti Uomo 87, infatti, il team commerciale aziendale si è spostato nella capitale della moda italiana, avviando ufficialmente la sua campagna vendite AI15-16.
Lo showroom Franceschetti è in zona Porta Romana, precisamente in via Carlo Botta 8, luogo già sede di numerosi spazi espositivi come quello di Malloni, di Hoss Intropia e soprattutto di Breramode, contenitore che esibisce più di 70 brand/collezioni.

Derby in pelle: la scarpa che conquista le passerelle milanesi

Derby in pelle

Derby in pelle: il complemento ideale per gli outfit dell’inverno 2015
Come già preannunciato da Pitti Uomo 87, il prossimo inverno dirà addio al grigiore delle stagioni precedenti, tingendosi di nuove tonalità, con un’attenzione sempre più crescente per il dettaglio. Sembra, infatti, che questo sia l’ultimo elemento in grado di distinguere l’universo maschile da quello femminile in fatto di moda. Mentre la donna è più attratta dal fattore estetico complessivo della sfilata, l’uomo è sempre più sedotto dall’attenzione per i particolari. Dalla kermesse milanese è emerso un chiaro superamento della distinzione di genere. L’uomo ha imparato a trovare l’ispirazione giusta per comporre i suoi outfit scovando nell’armadio della sua donna. L’uomo Gucci indossa bluse in seta dal collo a fiocco e giacche sciancrate dalle fantasie anni 70, grandi evocatrici dell’universo femminile tanto quanto i sofisticati inserti in pelliccia.